Personal training
Articoli
Libri e prodotti
Calcolatori
Cellulite: la mia esperienza!
Come ho eliminato la cellulite?
27/04/2018

Salve a tutti sono Deby, sono un'ex atleta AINBB e adesso “fit mom” personal trainer .
Con questo breve articolo vorrei semplicemente riportare la mia esperienza in merito a un argomento tanto discusso e allo stesso tempo tanto odiato da noi donne.

La cellulite

Ogni “signorina” per quanto “malata” di fitness ha fatto i conti almeno una volta nella vita con la tanto temuta cellulite.
Io stessa in passato, durante la preparazione delle mie gare, nonostante un regime alimentare ferreo ed adeguato, allenamenti programmati e ben studiati dal preparatore dell'epoca, mi ritrovavo sempre un'accenno di cellulite sui glutei e tanta ma tanta ritenzione idrica sulle gambe, visibile al tatto.
Successivamente esaurita la “foga gare” in concomitanza con la mia gravidanza (periodo in cui mi sono allenata costantemente) ho iniziato a documentarmi meglio, soprattutto ad ascoltarmi di più e sperimentare!!

Come sappiamo la cellulite si crea a causa di un’alterazione del microcircolo che:
rende difficile smaltire le tossine del metabolismo, porta gli adipociti ad infiammarsi, gonfiarsi e formare dei “cumuli” duri e compatti.
Porta il tessuto connettivale ad irrigidirsi e comprimere i cumuli adiposi (creando l’effetto buccia d’arancia).

Come eliminarla?

La soluzione, ovviamente è riuscire a riattivare il microcircolo!! Certo e come??!!
Ovviamente con Squat e affondi e con carichi elevati ( cosa che ho sempre fatto!!) ma prestando attenzione ad altre componenti:
L'allenamento in sala pesi deve essere accompagnato da attività aerobica adeguata di intensità moderata, che favorisca lo smaltimento dell'acido lattico, la microcircolazione e l'ossigenazione dei tessuti.
E' necessario sollecitare il ritorno venoso e linfatico con esercizi di camminata in salita sul tapiroulan.
E' consigliabile concentrarsi sul riequilibrio dei muscoli posturali in quanto lo scorretto appoggio su di un arto potrebbe causare una contrattura spastica della muscolatura e alterare, appunto, la circolazione veno linfatica.

Vi starete chiedendo si ok e quindi??
In pratica dopo ogni sessione di allenamento degli arti inferiori ho inserito un un esercizio per i polpacci in modo da stimolare il ritorno venoso ed il drenaggio linfatico.

Cosa non fare?

Ho inoltre sperimentato sulla mia pelle ( anzi sulle mie gambe !!) che la corsa non è adatta a me !! Durante le mie preparazioni agonistiche sono stata sottoposta a stressanti sedute di running post allenamento!! Niente di più errato!


Correre crea ripetuti impatti col terreno responsabili delle microlacerazioni alle membrane delle cellule adipose che a lungo andare possono peggiorare la situazione. Inoltre, un'attività fisica svolta ad intensità troppo elevata porta alla formazione di acido lattico ! Questo metabolita è alleato della cellulite, poiché la formazione di tossine muscolari ha effetti negativi sulla circolazione e sull'ossigenazione dei tessuti.
Ho quindi smesso di correre e termino ogni mio allenamento con circa 20 minuti di camminata veloce e alla pendenza massima(il tempo varia, ovviamente, in base alla fase di ciclizzazione).

Nella speranza che la mia esperienza possa essere di aiuto a qualcuno vi saluto dicendovi NON DIMENTICHIAMOCI MAI DI ASCOLTARE IL NOSTRO CORPO E SOPRATTUTTO I NOSTRI MUSCOLI DURANTE L'ALLENAMENTO!! NON E' COSI' SCONTATO!!

 

Deborah
""
Appassionato
Anni
[fbcomments]

Muesli Fatto in Casa, Senza Zuccheri Aggiunti – Ricetta Rapida
Muesli Fatto in Casa Senza Zuccheri Aggiunti: semplice ma gustoso, alla portata di tutti
Allenamento Glutei
Il Booty Workout di Bea
Tortino morbido al te matcha con cuore al cioccolato
Tortino Morbido al Re Matcha: soffice e dal cuore cioccolatoso