Personal training
Articoli
Libri e prodotti
Calcolatori
Personal Training Online – Come si fa a guadagnare fiducia online? (Ep. 2)
Come raggiungere una buona reputazione per fare il Personal Trainer Online?
09/01/2019

Riassunto della puntata precedente:

Nel 2010, nel mio tempo libero a Canon lanciai un canale YouTube con la username IronManager per raccontare e condividere il mio percorso nel natural bodybuilding con altri appassionati.

Per un pò di tempo ho portato avanti IronManager come il mio alter ego online mentre svolgevo la mia professione di manager aziendale poi, nel Novembre 2016, ho scelto di lasciare definitivamente il mondo corporate per dedicarmi solo alla mia passione: il fitness e la cultura fisica.

Era incredibile infatti come in pochissimo tempo così tanta gente avesse riposto la propria fiducia nei miei confronti, mi avesse identificato come una guida, un guro del personal training online, una persona da ascoltare e che potesse aiutarli nel loro percorso di Cultura Fisica.

 

Come avevo fatto a guadagnare la fiducia dei miei followers e una buona reputazione nella community del fitness italiana? Era davvero solo una questione di fisico? Potevo davvero entrare nel personal training online?

Essere se stessi fin dall'inizio

  • Prima di tutto, trasmettendo fin dall’inizio la mia Passione, raccontando con spontaneità la mia storia, le nuove cose che imparavo durante il mio percorso, i miei errori, i miei successi.
  • Poi sicuramente la coerenza nei miei ideali e nel mio approccio al natural bodybuilding dall’inizio fino alla fine, diventando uno dei primi ambasciatori italiani di questo movimento drug-free molto controcorrente in un mondo troppo spesso contaminato dal doping
  • Interesse genuino nei miei followers ed i loro problemi. Cercando di portare la mia esperienza e ricerca nel settore per evitare ad altri gli errori che avevo commesso nel passato.
  • Per finire, un altro elemento molto importante in questo settore, ovvero dimostrando di non essere solo bravo a parole ma anche con i fatti, by Walking the Talk, salendo sui palchi di gara nonostante tutti gli impegni quotidiani - leading by example come un vero IronManager

L'universo digitale moderno

Poi ovviamente ci sono le nuove dinamiche dell’infrastruttura digitale, sulla quale avevo guadagnato la mia reputazione.

Con Internet abbiamo quella che il sociologo post-modernista Harvey ha descritto come compressione spazio-temporale - la Rete ci ha permesso di entrare in contatto con gente prima distante e remota. Se non ci fosse stato YouTube non avrei mai cominciato a collaborare con Giordano, un ragazzo cubano che ha vissuto a Milano e che ora fa l’Uber driver a Miami Beach. Non avrei avuto modo di collaborare con Bruno che mi manda i suoi aggiornamenti da una piattaforma petrolifera in Congo. O Celia che fa la hostess per la Emirates e guarda i miei video in aeroporto prima di imbarcarsi sul prossimo volo.

La compressione spazio-temporale ha permesso anche a me stesso di comunicare in modo istantaneo con i miei atleti dovunque mi trovi: nel bel mezzo del Mar del Nord in crociera lungo i fiordi norvegesi o nel mezzo del deserto del Rajasthan sfruttando a volte il fuso orario vantaggioso per rispondere alle emails prima che i miei atleti si sveglino. E' così che il personal training online ha smesso di essere una semplice questione di schermi, quanto un "contatto fisico" simulato nel momento in cui quello reale veniva a mancare.

IronManager Ltd ora vive e prospera nel mondo digitale. Gli stessi strumenti che utilizzo per comunicare con i miei atleti sono quelli che utilizzo con i miei collaboratori sparsi in tutto il mondo: dal webdesigner che vive a Rescaldina ad Aniket che si occupa del merchandising IronManager a Mumbai. Non mi sono mai incontrato con molti dei miei collaboratori. La maggior parte delle nostre comunicazioni avviene sempre tramite Skype calls o la chat del sito. Ma la cosa incredibile è che le volte che incontro i miei collaboratori/atleti a Legnano, nel momento in cui ci vediamo non abbiamo l'impressione che sia una rimpatriata annuale, ma che ci siamo visti ieri e ci rivedremo domani, anche se su piattaforme digitali.

La Rete ci ha permesso di sentirci più vicini con quelle persone che condividono i nostri ideali, valori e passioni. I social media promuovono l'omofilia, la fascinazione reciproca di chi si sente parte della medesima identità.

E’ proprio vero che attiriamo sempre gente più simile a noi e questo avviene ancora più velocemente nel mondo digitale. La Rete mi ha permesso di creare la mia nicchia di pubblico. Di collaborare con Andrea, l’imprenditore di una start-up che è immerso in meetings dalla mattina alla sera ed ha le stesse difficoltà a gestire impegni lavorativi e bodybuilding come avevo io quando lavoravo a Canon. Corinna, la dottoressa che lavora al pronto soccorso, Emiliano (Luigi) che fa il direttore generale di una banca, Giuseppe che lavora a Dublino da Facebook. E poi ancora Giovanni il giocatore di poker, Luca che fa il panettiere e va da allenarsi dopo il lavoro di notte, Alessia che si allena per superare i test della legione straniera, Morena che si allena ancora oggi alla tenera età di 65 anni.

Tutta gente che proviene da mondi e settori disparati ma accomunati da una grandissima passione e determinazione a raggiungere i propri risultati

Ogni volta che ho avuto l’occasione di incontrare qualcuno dei ragazzi di persona o ho organizzato un IronManager meet-up in Italia è stato chiaro fin dall’inizio che le persone che avevo di fronte avevano il mio stesso carattere, interessi, passione e determinazione. E questo ha reso il mio lavoro molto più facile...

Oltre il Personal Training Online

Il rapporto coach-atleta prende una nuova dimensione - non mi ritrovo più a fare solo il personal trainer ma a diventare un loro confidente fidato, un amico a cui raccontare tutto, ma davvero tutto. Anche se non ho mai incontrato la maggior parte dei miei followers, molti al primo messaggio si sentono liberi di raccontarmi i loro problemi con il fidanzato, i loro disordini alimentari, discussioni al lavoro. I ragazzi mi chiedono come recuperare la libido e sono il primo a cui le ragazze confidano di aver avuto di nuovo il ciclo dopo lunghi anni di amenorrea dovuti a regimi alimentari completamente sballati. Neo laureati che mi chiedono consigli di carriera, come imparare l’inglese, dove alloggiare e cosa mangiare in India.

Ma la cosa forse più affascinante, che spesso sottovalutiamo, è che se abbiamo maggior fiducia nei confronti del nostro personal trainer allora siamo più motivati a raggiungere i nostri obiettivi. Il personal trainer è solo un mentore, una guida ma per questo tipo di Body Transformation ci devi mettere anche del tuo!

Oggi non mi sorprendo più quando c’è gente che compra un annuale di personal training senza neanche contattarmi prima, quando mai questo succede in palestra? Questa è gente estremamente motivata, che mi conosce da diversi anni e che crede in me.

Nel prossimo episodio della serie scopriremo insieme il mio punto di vista di atleta nel campo del personal training online.

Francesco Pignatti
""
Bodybuilder, Personal trainer, Life coach
The Manager with the Passion for Iron
[fbcomments]

Dieta Dimagrante Detox Giorno 9 (Low carbs & Digiuno Intermittente)
Evergreen Vegan Food – Ricetta
Piatto unico intramontabile
Fitocannabinoidi: Attività Terapeutiche ed Usi Approvati
Come viene usata la cannabis in ambito medico?