Personal training
Articoli
Libri e prodotti
Calcolatori
Fitness e Perfezionismo. Ritrovare il giusto equilibrio
Fitness e Perfezionismo: l’ossessione del controllo e la ricerca spasmodica della perfezione
11/06/2019

Nello scorso articolo vi ho parlato di una serissima problematica che caratterizza il mondo del fitness e del perfezionismo, ovvero l’ossessione del controllo e la ricerca spasmodica della perfezione.

Il Lato Oscuro del Fitness
Perfezionismo Estremo e Ipercontrollo Ossessivo: non cadere nel lato oscuro del fitness

Io stesso, negli ultimi anni ed in particolare durante la preparazione alle gare, mi sono trovato più volte intrappolato in questo vortice apparentemente senza via d'uscita. Si tratta forse di un'evoluzione inevitabile ed ineliminabile per un bodybuilder perfezionista.

Fitness e Perfezionismo

fitness e perfezionismoE' vero infatti che più ci addentriamo, studiamo ed approfondiamo un argomento, più scopriamo la nostra ignoranza, è il famoso "so di non sapere" socratico. Se siamo persone intelligenti e consapevoli dei nostri limiti, appena ci accorgiamo di non essere i detentori del sapere universale, automaticamente diventiamo più discreti e silenziosi ed apriamo bocca solo a ragion veduta.

Oscar Wilde afferma ironicamente che tutti quelli che sono incapaci di imparare si sono messi ad insegnare. Effettivamente questo è quello che osserviamo sempre più spesso nel mondo dei social. Chi è in possesso di conoscenze limitate forse è più fortunato perchè non si rende conto della vastità del sapere e, non di rado, sopravvaluta le proprie opinioni ed informazioni, ritenendole verità assolute.

Ritengo sia fondamentale accrescere ed approfondire il proprio sapere e mai fermarsi di imparare ma, allo stesso tempo, è ugualmente importante non perdere di vista il grande schema della cose, smarrendosi in cose di poco conto (minutiae), rischiando di far si che la nostra indole da perfezionisti prenda il sopravvento.

Abbandonando esaltanti assunti, basterebbe veramente poco per rimanere in forma per tutta la vita. Si tratta di applicare regole ed assumere comportamenti semplici, che spesso sottovalutiamo, affascinati dalle promesse degli estremismi considerati più efficaci perchè più sofferti e dolorosi (No Pain No Gain). E' vero che questi estremi comportano più fatica sul breve termine ma ci accorgiamo presto che sono impossibili da sostenere sul lungo termine.

Le cose più semplici sono le più sottovalutate

Costanza e sovraccarico progressivo negli allenamenti, in combinazione con un'alimentazione sana e bilanciata è tutto quello di cui abbiamo bisogno.

Alla luce di tali riflessioni, è forse vero che "si cresceva di più quando non si sapeva nulla", il prosaico motto del "magna e spigni!" riacquista un suo valore? L’eccesso di informazioni di cui oggi disponiamo sulla teoria dell'allenamento e della nutrizione ci hanno condotto fuori strada, facendoci perdere di vista l'importanza fondamentale di essere atleti prima che ricercatori "a tempo libero" su PubMed.

Tutto il sapere di cui disponiamo oggi non ha fatto altro che alimentare la nostra ossessione di ipercontrollo e di perfezionismo estremo.

  • La sessione di cardio a digiuno o dopo la colazione?
  • La progressione in allenamento deve essere d'intensità o di volume?
  • Devo pesarmi tutti i giorni prima o dopo la defecazione?
  • Quanti esercizi per i glutei?
  • Quanti esercizi per le braccia?
  • Quanti macros durante la settimana?
  • Quale post-workout?
  • Quante fibre?
  • Quanti grassi?

La Ricerca Della Perfezione Esagerata

fitness e perfezionismoViviamo in un perenne stato di ansia e di insoddisfazione, non siamo più sicuri di nulla ed abbiamo sempre il timore di sbagliare! Non riusciamo più ad allenarci per il piacere di farlo, per imparare a muovere il nostro corpo nello spazio, per sentirci bene con noi stessi. Oggi quasi nessuno va in palestra solo per "mantenere e consolidare una forma", l'obiettivo è sempre quello di diventare più grossi o più toniche e minute - procedendo faticosamente in un percorso del quale non si intravede la fine.

In molti uomini l’allenamento è diventato solo una questione di volumi muscolari, quindi la tentazione di cedere al doping si concretizza; per le donne invece è sempre più spesso solo una questione di peso sulla bilancia, pertanto l'allenamento insieme alla dieta diventano così l'anti-camera di svariati disordini alimentari.

Dove è finita la Cultura Fisica dell'equilibrio e stile di vita sano?

Dove è finita la Cultura Fisica come stile di vita sano ed equilibrato? Forse vogliamo conseguire risultati rapidi, influenzati da un ambiente fortemente competitivo ma questo perenne stato d'ansia, insoddisfazione ed impazienza stanno piano piano uccidendo la nostra motivazione e passione per questa disciplina?

Potremmo tentare di fare ritorno alle origini del nostro percorso, quando andavamo in palestra solo per il piacere di allenarci. Lasciamo perdere per un attimo tutte le ultime ricerche di settore, la nostra smania di controllo e proviamo solo a prenderci cura di noi stessi, tramite l'allenamento ed una dieta equilibrata. Credo sia davvero questa la vera strada per il successo. Come affermo spesso: non anneghiamoci in un misero bicchiere d'acqua ma guardiamo sempre al grande schema delle cose, in particolare a quelle che fanno veramente la differenza per noi e per il sereno equilibrio della nostra vita.

Francesco Pignatti
""
Bodybuilder, Personal trainer, Life coach
The Manager with the Passion for Iron
[fbcomments]

Mitologia in palestra I Larghezza e spessore muscolare
Sfatiamo un falso mito
Testare il massimale tutti i giorni? Quale efficacia sull’aumento di forza?
Ricerca statunitense sull'impatto di un test quotidiano sul massimale su atleti di forza di alto livello
L’Allenamento da Casa Funziona?
Come divento forte e torno in forma con l'allenamento da casa?