Personal training
Articoli
Libri e prodotti
Calcolatori
I segnali del mostro chiamato ‘anoressia’
Come riconoscere i disturbi del comportamento alimentare
14/12/2016

Ho deciso di raccontare il mio percorso verso l'anoressia e il binge eating con la speranza di poter essere di aiuto per riconoscere i campanelli di allarme e poter essere di sostegno per chi si trova nel tunnel dei disturbi alimentari e che sta cercando con tutte le sue forze di uscirne e sconfiggere questo mostro.

Sin da piccola non mi sono mai piaciuta fisicamente, non mi piacevano i miei fianchi e son sempre stata in lotta con quello che vedevo riflesso nello specchio. Il buio declino verso l'anoressia iniziò il capodanno del 2006, avevo 16 anni, quando di testa mia ho cominciato a fare una “dieta” per dimagrire. Giovane e senza una minima conoscenza di scienza alimentare, decisi di eliminare come prima cosa tutti grassi e carboidrati. Più le settimane passavano, più vedevo il peso sulla bilancia calare, più mi facevo forza ad andare avanti verso il baratro.

I segnali del mostro chiamato 'anoressia'

Non mi rendevo conto che l’anoressia ormai faceva parte di me e mi stava lentamente riducendo ad un cumulo di ossa. A novembre del 2006 per colpa di questo mostro ero arrivata a perdere 20 kg, ero diventata uno scheletro, pesavo 36 kg, mangiavo pochissimi degli alimenti “concessi”, non usavo alcun condimento, pianificavo nel dettaglio ogni pasto, buttavo il cibo nel water, dicevo tantissime bugie per nascondere la mia malattia, vivevo con un freddo interiore costante, ossessionata dalla paura per il cibo, ogni ora mi pesavo e mi guardavo il corpo allo specchio, non volevo più mangiare quasi niente, avevo perso un sacco di capelli, non volevo farmi vedere da nessuno, facevo abuso di lassativi, ero in amenorrea da diversi mesi (durata poi per anni), in casa il clima era sempre teso, triste, nero, piangevo quasi sempre, ricercavo la perfezione a scuola, facevo fatica anche a camminare, continuavo a toccarmi le ossa per trovare la forza in me per non cedere e sentirmi sempre più forte e brava. Stavo andando in contro alla morte!

Le mie uniche strade per la salvezza e vincere la lotta contro l'anoressia, oltre ad una mia grande forza di volontà e determinazione, sono state il ricovero in ospedale dove sono rimasta per diverse settimane con una flebo di glucosio al braccio e su una carrozzina per evitare il più possibile ogni movimento e recuperare il peso perso, e i successivi mesi di day-hospital. Successivamente ho intrapreso anche un lungo percorso di cura con una psicologa che mi ha fatto intraprendere una terapia cognitivo-comportamentale con cui mi ha aiutata a indagare sulle diverse motivazioni che mi hanno fatto ammalare, riconoscere e gestire le emozioni e l’ansia, tornare ad assaporare il cibo e formulare delle strategie di regolarizzazione per il controllo delle abbuffate.

Il problema del binge eating lo sto affrontando grazie ad una corretta alimentazione di un nutrizionista e l’amore per il fitness e la palestra, sto imparando a conoscere e migliorare il mio fisico e ad amare me stessa per essere felice in modo sano e a lungo termine.

I segnali del mostro chiamato anoressia

Dopo anni di alti e bassi tra restrizioni e abbuffate, sento di essere più forte, matura, temprata per qualsiasi sfida che la vita mi potrà presentare e di avere il coraggio di parlare apertamente del mio triste e doloroso passato, sperando di poter essere di ispirazione o semplicemente di poter aiutare anche solo una persona che sta passando quei momenti infernali o di consigliare amici, genitori, fidanzati che si sentono impotenti contro questa dolorosa malattia e che sono vicini a chi sta male.

Ricordate che dal mostro dell'anoressia, e dai disturbi alimentari in generale, si può uscire e iniziare davvero a vivere, amare il cibo e soprattutto imparare ad essere orgogliosi di se stessi.

Chiara Ferrari
""
1
Marketing specialist
[fbcomments]

Binge Eating Disorder o Disturbo da alimentazione incontrollata
Il disturbo alimentare del terzo millennio
Tornare ad Amare il Cibo – Il Problema dell’Anoressia
Il percorso dall’odio all’amore per il cibo.
La medicina: dalle origini a oggi (parte II)
Alla scoperta della Medicina, dalla Preistoria all'Età Moderna